cinema-home

Search

Programma 2008/09

Cinema Pindemonte, via Sabotino 2, 37124 Verona

tel-fax 045/913591

Cinema Fiume, vicolo Cere 14, 37123 Verona

tel 045/8002050 fax 045/8047266

 

PROGRAMMA DELLA 46° STAGIONE - 2008/2009

 
FILM N°1

 

"IL PAPA' DI GIOVANNA" regia di Pupi Avati con Silvio Orlando, Alba Rorwacher, Francesca Neri, Ezio Greggio

Italia 2008

drammatico

durata 104'

COPPA VOLPI E PREMIO FRANCESCO PASINETTI (SNGCI) PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE MASCHILE A SILVIO ORLANDO. AL FILM SONO STATI ASSEGNATI IL LEONCINO D'ORO 2008 E IL PREMIO PADRE NAZARENO TADDEI SJ ALLA 65. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2008).

 
 
FILM N°2

 

 

"PRANZO DI FERRAGOSTO" regia di Gianni Di Gregorio
con Valeria De Franciscis , Gianni Di Gregorio, Marina Cacciotti
Maria Calì

Italia 2008

commedia

durata 80'

PRESENTATO NELLA SEZIONE "SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA" ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

PREMIO 'LUIGI DE LAURENTIIS' PER LA MIGLIOR OPERA PRIMA ALLA 23^ SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA, MOSTRA DI VENEZIA 2008. HA RICEVUTO ANCHE IL PREMIO FRANCESCO PASINETTI (SNGCI) COME MILGIOR FILM E IL PREMIO ISVEMA PER UN FILM OPERA PRIMA O SECONDA.

 
 
FILM N°3

 

 

"BURN AFTER READING - A PROVA DI SPIA" regia di Joel e Ethan Coen con George Clooney, Brad Pitt, Frances McDorman, Tilda Swinton, John Malcovich

Usa 2008

commedia

durata 93'

PRESENTATO FUORI CONCORSO ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

 
 
FILM N°4
 

 

 

"ONCE - UNA VOLTA" regia di John Carney. Con Glen Hansard, Markéta Irglová

Irlanda 2007

drammatico/musicale

durata 91'

OSCAR 2008 PER LA MIGLIOR CANZONE ORIGINALE ('FALLING SLOWLY').

Dublino. Un giovane cantautore irlandese in cerca di successo, che si mantiene riparando aspirapolveri e suonando per le strade, incontra una ragazza emigrata dalla Repubblica Ceca che mantiene se stessa, sua madre e sua figlia facendo vari mestieri. In realtà lei è una una pianista di talento e decirà di aiutarlo nella realizzazione di un disco da presentare ad una casa discografica di Londra. Insieme, i due ragazzi incideranno una serie di canzoni in cui raccontano le loro vite e i loro amori passati.

 

   
 
FILM N°5
 
 

 

 

"PA-RA-DA" regia di Marco Pontecorvo con Jalil Lespert, Daniele Formica, Evita Ciri, Gabi Rauta

Italia/Francia/Romania 2008

drammatico

durata 100'

VENEZIA 65° - IN CONCORSO

Romania, 1992. Tre anni dopo la caduta del regime di Ceausescu Miloud Oukili, clown di strada francese di origini algerine, giunge a Bucarest. Qui si trova di fronte a una realtà terribile. Centinaia di bambini dai tre ai sedici anni vivono nel sottosuolo della città, sopravvivono grazie a furti, accattonaggio e prostituzione. Si tratta di bambini scappati da squallidi orfanotrofi o da altrettanto deleterie situazioni familiari. Miloud ha un sogno: vincere la loro indifferenza a tutto (causata anche dai vapori di colla o di vernici che inalano come droga). Ci riesce con lavoro lungo e faticoso conquistandone la fiducia e trasformandoli in artisti di strada che oggi sono noti in tutto il mondo.

 

 

   
 
FILM N°6
 
 
 

 

 

"LA CLASSE - ENTRE LES MURS " regia di Laurent Cantet con François Bégaudeau, Nassim Amrabt, Laura Baquela

Francia 2008

drammatico

durata 128'

 

François Bégaudeau è insegnante di francese in una scuola media superiore parigina. Facciamo la sua conoscenza mentre si incontra con i colleghi (vecchi e nuovi arrivati) ad inizio anno scolastico. Da quel momento rimarremo sempre all'interno delle mura scolastiche seguendo il suo rapporto con una classe.
Il suo metodo d'insegnamento, che si rivolge a un gruppo eterogeneo di ragazzi e ragazze, mira ad offrire loro la migliore educazione possibile in una realtà cui i giovani non hanno un comportamento sempre inappuntabile e possono spingere anche il migliore dei docenti ad arrendersi a un quieto vivere che non richieda confronti e magari scontri con gli allievi. Non tutti infatti apprezzano la sua franchezza e il professor Bégaudeau si troverà dinanzi a un caso che lo metterà in una posizione difficile.

   
 
FILM N°7
 
 
 
 
 

 

 

"MACHAN" regia di Uberto Pasolini con Dharmapriya Dias, Gihan De Chickera, Dharshan Dharmara,

Italia/SriLanka/Germania 2008

commedia

durata 108'

VENEZIA 65° - IN CONCORSO

Manoj e l'amico d'infanzia Stanley hanno provato più e più volte, invano, a ottenere il visto per trasferirsi in Germania e trovare lavoro in modo da poter mantenere le proprie famiglie nello Sri Lanka. Truffato da un "trafficante di uomini" responsabile della bancarotta di Suresh – il cognato che ha elargito il denaro occorrente per il viaggio clandestino – Stanley è aggravato dal senso di colpa e dal fallimento, soprattutto ora che la sorella è costretta a trasferirsi in Medio Oriente per sostenere, da lontano, marito e figlia. Venuto a sapere che la Germania sarebbe lieta di invitare la Nazionale di palla a mano dello Sri Lanka a un torneo in Baviera, Stanley si ingegna a mettere insieme la squadra tra le sue conoscenze – tutti uomini relegati ai margini della società – e man mano che la voce inizia a girare, si uniscono sempre più personaggi desiderosi di abbandonare una vita di stenti per la propria affermazione come individui.

   
 
FILM N°8
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"THE HURT LOCKER " regia di Kathryn Bigelow con Jeremy Renner, Anthony Mackie, Guy Pearce, Ralph Fiennes

Usa 2008

drammatico/guerra

durata 130'

VENEZIA 65° - IN CONCORSO

Quaranta giorni al fronte, in Iraq, di una squadra di artificieri e sminatori dell'esercito statunitense, unità speciale con elevatissimo tasso di mortalità. Quando tutto quel che resta del suo predecessore finisce in una "cassetta del dolore", pronta al rimpatrio, a capo della EOD (unità per la dismissione di esplosivi) arriva il biondo William James, un uomo che ha disinnescato un numero incredibile di bombe e sembra non conoscere la paura della morte. Uno che non conta i giorni, un volontario che ha scelto quel lavoro e da esso si è lasciato assorbire fino al punto di non ritorno.
Dopo sei anni di silenzio la grande Kathryn Bigelow torna a parlare di guerra e di dipendenza, al confine –già più volte esplorato- tra coraggio e alienazione

   
 
FILM N°9
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"SI PUO FARE " regia di Giulio Manfredonia con Claudio Bisio, Anita Caprioli, Giuseppe Battiston

Italia 2008

commedia

durata 110'

"La follia è una condizione umana" dichiarava Basaglia, psichiatra. "In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla". Prima dell'introduzione in Italia della "legge 180/78", detta anche legge Basaglia, i manicomi erano spazi di contenimento fisico dove venivano utilizzati metodi sperimentali di ogni tipo, dall'elettroshock alla malarioterapia. Il film di Giulio Manfredonia si colloca proprio negli anni in cui venivano chiusi i primi ospedali psichiatrici e s'incarica di raccontare un mondo che il cinema frequenta raramente, non tanto quello trito e ritrito della follia, quanto quello dei confini allargati in una società impreparata ad accoglierne gli adepti. Attenzione però. Il regista evita accuratamente qualunque tipo di enfasi, sfiorando appena la drammaticità senza spettacolarizzarla, in favore di un impianto arioso, ridente, talvolta comico, letiziando lo spettatore con una commedia (umana) che diverte e allo stesso tempo fa riflettere.

   
 
FILM N°10
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"GIU' AL NORD " regia di Dany Boon con Khad Merad, Dany Boon, Zoe Felix

Francia 2008

commedia

durata 106'

Philippe è direttore di un ufficio postale in Provenza. Obbligato al trasferimento tenta di farsi mandare in Costa Azzurra e, per ottenere l'assegnazione, inscena un trucco che viene scoperto. A questo punto potrebbe temere il licenziamento. Invece gli accade…di peggio. Viene destinato all'ufficio postale di Bergues nel Nord-Pas de Calais. Non c'è nessuno che non lo compatisca, perfino un agente della polizia stradale lo commisera quando viene a conoscenza della sua meta. La moglie, caduta praticamente in depressione alla notizia, non lo segue. Giunto a destinazione tutto sembra così come era stato narrato. I locali parlano un dialetto pressoché incomprensibile, il cibo non è allettante e l'appartamento dove dovrebbe andare a vivere è privo di mobilio. Ma ben presto le cose cambiano. Philippe, grazie all'umanità del postino Antoine e dei colleghi dell'ufficio scoprirà che si può vivere (e vivere bene) anche al Nord ma come farlo capire a sua moglie?

   
 
FILM N°11
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"THE BURNING PLAIN - IL CONFINE DELLA SOLITUDINE " regia di Guillermo Arriaga con Charlize Theron, Kim Basinger

Usa 2008

drammatico

durata 115'

Sylvia è la responsabile di un ristorante di lusso a Portland. È fredda e contenuta come l'ambiente che la circonda e percossa intimamente dalle onde di un mare in perenne tempesta. Mariana è una ragazzina che ha intrecciato una relazione con Santiago, dopo che un rogo si è portato via il padre di lui e la madre di lei, nella deserta pianura del New Messico. Maria è una bambina messicana che vive felice con il padre, fino a quando un incidente non cambia improvvisamente ogni cosa.
The burning plain, esordio alla regia dello sceneggiatore Guillermo Arriaga, confermando la sua fedeltà a uno stile ormai codificato di racconto, ne illumina la sensibilità introspettiva, la personalità artistica sicura, in una parola la pienezza e l'autonomia creativa.

 

   
 
FILM N°12
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"GRACE IS GONE " regia di James C. Strouse con John Cusack, Shélan O'Keefe, Gracie Bednarczyk

Usa 2008

drammatico

durata 85'

Stanley Phillips ha un lavoro e due figlie: Heidi di 12 anni e Dawn di 8. Stanley avrebbe voluto servire il suo Paese partendo per l'Iraq ma un difetto fisico glielo ha impedito. Così si occupa delle bambine mentre è sua moglie Grace ad essere impegnata sul fronte. Finché un giorno, mentre le figlie sono a scuola, arriva la notizia: Grace è stata uccisa. Stanley è sconvolto e inizialmente non sa come reagire ma troverà il coraggio con il suo immenso amore di padre a condividere il suo dolore con le bambine.

 

   
 
FILM N°13
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

OSCAR 2009 MIGLIOR FILM, MIGLIOR REGIA

 

"THE MILLIONAIRE " regia di Danny Boylecon Dev Patel, Anil Kapoor, Freida Pinto, Madhur Mittal

G.B./Usa 2008

drammatico

durata 120'

Una domanda e venti milioni di rupie separano Jamal Malik da Latika, amore infantile e mai dimenticato. Dopo averla incontrata, persa, ritrovata e perduta di nuovo Jamal, un diciottenne cresciuto negli slum di Mumbai, partecipa all'edizione indiana di “Chi vuol essere Milionario” per rivelarsi alla fanciulla e riscattarla (con la vincita) dalla “protezione” di un pericoloso criminale. L'acquisita popolarità mediatica, la scalata trionfale al milione e alle caste sociali infastidiscono il vanesio conduttore che cerca di boicottarne la vittoria, ingannandolo e facendolo arrestare. Sospettato di avere imbrogliato e torturato inutilmente, Jamal rivelerà al commissario di polizia soltanto la verità: conosceva le risposte perché ciascuna di quelle domande ha interrogato la sua straordinaria vita, devota a Latika e votata all'amore.

 

 

   
 
FILM N°14
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"L'OSPITE INATTESO " (The Visitor) regia di Thomas McCarthy. Con Richard Jenkins, Haaz Sleiman, Danai Jekesai Gurira

Usa 2007

commedia

durata 103'

RICHARD JENKINS CANDIDATO AL PREMIO OSCAR 2009 COME MIGLIOR ATTORE

Walter Vale è un professore universitario di economia, rimasto vedovo, che insegna ormai svogliatamente e vive monotonamente in una cittadina del Connecticut. Quando di malavoglia accetta di sostituire un collega a una conferenza a New York, scopre che il suo appartamento, da tempo disabitato, è stato affittato con l’inganno ad una giovane coppia, il siriano Tarek, che suona il djembe in un gruppo jazz, e l’africana Zainab, disegnatrice di gioielli. Dopo la sorpresa iniziale, Walter invita i due a restare, almeno fino a che non troveranno un altro tetto, e inizia con Tarek un’amicizia nel nome della musica. Ma un contatto incidentale con la polizia, in metropolitana, fa finire Tarek, immigrato irregolare, in un centro di detenzione nel Queens. L’arrivo della madre del ragazzo, Mouna, rinnova l’impegno e l’affetto di Walter per Tarek ma il suo fermo assume sempre più i connotati della prigionia.

 

   
 
FILM N°15
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"CHANGELING" regia di Clint Eastwood con Angelina Jolie, John Malkovic, James Franco

Usa 2008

drammatico

durata 135'

FILM CANDIDATO A 2 PREMI OSCAR (attrice protagonista, scenografia)

Los Angeles, marzo 1928. In una mattinata di sabato Christine Collins, una giovane donna che lavora in un centralino, lascia a casa da solo il figlio Walter che ha avuto da un uomo che li ha abbandonati. Al ritorno dal lavoro fa una terribile scoperta: il bambino non c'è più e di lui si è persa ogni traccia. Finché, 5 mesi dopo, la polizia locale che non gode di buona reputazione, sembra aver risolto il caso. Consegna infatti a Christine un bambino che dice di esser Walter e che un po' gli assomiglia. La madre è però certa che non si tratti di suo figlio ed è supportata in questo anche da altre persone che lo conoscevano bene, a partire dalla maestra. Le autorità di polizia, sostenute da un'opinione pubblica desiderosa di rassicuranti lieto fine, insistono nella loro versione fino a decidere di internare Christine attribuendole disturbi mentali che l'avrebbero spinta a non riconoscere nel sedicente Walter il proprio figlio. Christine però non si arrende e, sostenuta dal reverendo Guistav Briegleb, continua a lottare perché le ricerche di Walter continuino.
Una storia vera che lo sceneggiatore J. Michael Straczynski ha riportato in luce grazie al ritrovamento di numerose carte processuali di cause tenutesi negli anni Venti nella contea di Los Angeles.

 

 

   
 
FILM N°16
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"12" regia di Nikita Mikhalkov. Con Nikita Mikhalkov, Sergei Makovetsky, Sergei Garmash

Russia 2007

drammatico

durata 150'

CANDIDATO AL PREMIO OSCAR 2008 COME MIGLIOR FILM STRANIERO

Un testo teatrale al servizio dell'occhio esperto del regista russo Nikita Mikhalkov. Remake de La parola ai giurati - film che nel 1957 segnò l'esordio alla regia di Sidney Lumet - 12 ne è un riuscitissimo adattamento, grazie anche a una prova corale degli attori senza alcuna defezione.
Ambientato totalmente all'interno di una palestra, dodici giurati si ritrovano a dover decidere all'unanimità della sorte - ormai segnata - di un giovane ceceno accusato di parricidio. Ma nel meccanismo qualcosa si inceppa, e la certezza della pena viene messa in dubbio da un giurato che, poco a poco, costringe ognuno a rivedere le proprie posizioni, rendendo la sentenza più difficile del previsto.
Mikhalkov ,maestro del cinema mondiale, torna alla regia appoggiandosi ad una sceneggiatura efficace e potente che valorizza l'altissimo contenuto morale del film che parla al cuore di giustizia e di libero arbitrio.

 

   
 
FILM N°17
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"MATRIMONIO ALL'INGLESE " regia di Stephan Elliott con Jessica Biel, Colin Firth, Kristin Scott Thomas

G.B. 2009

commedia

durata 95'

Il giovane John Witthaker s’innamora perdutamente di un’elegante e indipendente americana di nome Larita e la sposa. Viene quindi il momento di presentarla alla famiglia, che vive imbalsamata e preda dei debiti in una splendida villa della campagna inglese. Nonostante Larita faccia buon viso a cattivo gioco, è presto chiaro che la suocera non può vederla e che anche le sorelle di John sono più che mai diffidenti nei suoi confronti. Lo stesso non si può dire, invece, del capofamiglia, un uomo che la guerra ha reso allergico all’ipocrisia ma non insensibile all’intelligenza e all’ironia involontaria.

   
 
FILM N°18
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"LA DUCHESSA " regia di Saul Dibb con Keira Knightley, Ralph Fiennes, Charlotte Rampling, Dominic Cooper, Hayley Atwell

G.B./francia/Italia 2008

storico/drammatico

durata 110'

PREMIO OSCAR PER I COSTUMI

Lady Georgiana Spencer è una giovane aristocratica in età di matrimonio. A soli diciassette anni viene data in sposa a William Cavendish, duca del Devonshire, e si trasferisce a Londra dove conosce gli sfarzi della nobiltà e la freddezza di una relazione che la obbliga a dare un erede al duca. Dietro consiglio della madre, Georgiana si arma di rassegnazione, trovando una scappatoia nella moda, nel gioco e nell'amicizia di Lady Elizabeth Foster. Invitata a vivere con i Cavendish, Bess attira le attenzioni di William per ricongiungersi con i figli che le sono stati tolti dal marito. Ferita dal ménage à trois la duchessa trova conforto tra le braccia dell'amato conte Grey, ma sceglie di rimanere al fianco del duca per non perdere i privilegi di madre.

   
 
FILM N°19
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"IL GIARDINO DI LIMONI " regia di Eran Riklis con Hiam Abbass, Doron Tavory, Ali Suliman

Israele/Germania/Francia 2008

drammatico

durata 106'

I vicini di casa possono essere molto invadenti. Quando poi si tratta del Ministro della Difesa israeliano, non parliamone. Salma è palestinese, vive da sola in Cisgiordania nella casa di sempre, ha un figlio in America e un marito in Paradiso. La sua unica preoccupazione è la cura del giardino di limoni che ha ereditato dalla famiglia, delizia per il sostentamento ma croce per il nuovo vicino di casa, il ministro Navon, che vede negli alberi di Salma, un ottimo nascondiglio per progettare attacchi terroristici. Gli alberi vanno abbattuti ma Salma non vuole rinunciare ai suoi limoni e, con l'aiuto del giovane avvocato Ziad e il sostegno a distanza di Mira, la moglie del ministro, inizierà una battaglia legale senza fine.

   
 
FILM N°20
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"VUOTI A RENDERE " regia di Jan Sverak con Zdenek Sverak, Tatiana Vilhelmová, Daniela Kolarova

Repubblica Ceca 2007

commedia

durata 100'

Joseph è un insegnante di sessantacinque anni che non va più d'accordo con la scuola e si ritira, ma, incapace di starsene tutto il giorno in casa con la moglie, si ricolloca prima come corriere su due ruote e poi come responsabile del ritiro delle bottiglie vuote in un supermercato. Nonostante lo scetticismo della consorte, il lavoro non solo non lo umilia ma, al contrario, lo appassiona e i clienti lo incuriosiscono al punto che – complice una naturale predisposizione alla fantasticheria - Joseph comincia ad intromettersi nelle loro vite.

   
 
FILM N°21
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

"FROST/NIXON - IL DUELLO " regia di Ron Howard con Frank Langella, Michael Sheen, Sam Rockwell

Usa 2008

drammatico

durata 122'

CANDIDATO A 5 PREMI OSCAR (film, regia, miglior attore, sceneggiatura non originale, montaggio)

Il più famoso duello politico televisivo della storia: quello fra il Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon, colpito dallo scandalo Watergate, e David Frost, celebre entertainer inglese sottovalutato dagli uffici del Presidente.

 

   
 
FILM N°22

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

SEAN PENN MIGLIOR ATTORE

 

 

"MILK " regia di Gus vanSant con Sean Penn, James Franco, Josh brolin, Diego Luna, Emile Hirsh

Usa 2008

drammatico

durata 125'

CANDIDATO A 8 PREMI OSCAR (film, regia, attore protagonista e non protagonista, sceneggiatura originale, montaggio, costumi, colonna sonora originale)

 

Harvey Milk è omosessuale, è laureato in matematica e lavora presso una Società di Investimenti a Wall Street. A un soffio dagli anni Settanta e dal suo quarantesimo compleanno, Harvey incontra e ama (per sempre) Scott Smith. Trasferitisi a San Francisco con un sogno di amore e di emancipazione, Harvey e Scott aprono un negozio di fotografia nel quartiere Castro. Davanti e dentro il Castro Camera si raccoglierà presto un gruppo di giovani attivisti omosessuali, emarginati (dalla società) e diseredati (dalle famiglie) alla ricerca di un sogno promesso e dei loro diritto contro la campagna di intolleranza avviata dagli ultraconservatori. Sostenuto dai suoi guys e da eterosessuali illuminati, Harvey si candida alla carica di consigliere comunale per una, due e tre volte. La sua terza campagna gli regala l'agognato incarico. Promotore della storica ordinanza sui diritti dei gay e trionfatore sulla Proposition 6, che voleva bandire gli omosessuali dall'insegnamento nelle scuole pubbliche della California, Milk verrà assassinato dal livore e dalla frustrazione di un ex consigliere. Trentamila persone marceranno da Castro al Municipio in una veglia pacifica che dal Settantotto alimenta e sostiene il sogno di Harvey.

 

   
 
FILM N°23
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

"TI AMERO' SEMPRE - Il y a longtemps que je t'aime " regia di Philippe Claudel con Kristin Scott Thomas, Elsa Zylberstein, Serge Hazanavicius

Francia 2008

drammatico

durata 115'

Sono 15 anni che Juliette non ha alcun contatto con la sua famiglia che l'ha ripudiata dopo la condanna per omicidio. Uscita finalmente di prigione viene ospitata dalla sorella minore Léa che vive a Nancy con il marito, le due bambine adottive e il suocero malato, e con la quale Juliette ha sempre avuto un rapporto molto bello. Il ritorno alla vita però non è facile, tutti le fanno domande sul suo passato e tentano di capire il perché di quel gesto orribile, ma Juliette ha costruito un muro troppo alto intorno a sé e niente sembra più scalfirla. L'affetto di sua sorella e delle sue nipotine la riporterà lentamente a contatto con la realtà e con un mondo che per troppo tempo è andato avanti benissimo anche senza di lei. Il dilemma rimane, come può una donna così dolce e premurosa aver commesso un reato così orribile?

   
 
FILM N°24

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

KATE WINSLET MIGLIOR ATTRICE

 

 

"THE READER - a voce alta " regia di Stephen Daldry con Kate Winslet, Ralph Fiennes, David Kross, Lena Olin, Bruno Ganz

Usa 2008

drammatico

durata 120'

CANDIDATO A 5 PREMI OSCAR (film, regia, attrice protagonista , sceneggiatura non originale, fotografia)

 

La storia ha inizio nella Germania dopo la fine della seconda guerra mondiale, quando l’adolescente Michael Berg si sente male e viene aiutato ad arrivare a casa da Hanna, un’estranea che ha il doppio dei suoi anni. Michael si riprende dalla scarlattina e cerca Hanna per ringraziarla. Così, i due rapidamente rimangono coinvolti in una relazione segreta e appassionata. Nonostante il loro rapporto, un giorno Hanna scompare misteriosamente, lasciando Michael confuso e addolorato. Otto anni più tardi, mentre Michael è uno studente di legge che osserva i processi per i crimini di guerra nazisti, è sconvolto nel veder tornare Hanna nella sua vita, questa volta come imputata in tribunale. Mentre il passato della donna viene rivelato, Michael scopre un segreto importante che avrà un forte impatto sulle loro vite.

   
 
FILM N°25

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

"LA SICILIANA RIBELLE " regia di Marco Amenta con Gérard Jugnot, Veronica D'Agostino, Marcello Mazzarella, Carmelo Galati, Lucia Sardo

Italia 2009

drammatico

durata 110'

Ha pochi anni e tanti sogni Rita, figlia di Don Vito Mancuso, mafioso ucciso dalla mafia il giorno della sua prima comunione. Disperata per la scomparsa del padre, amato e rispettato in famiglia e in paese, ha deciso di vendicarne la morte e l'onore. Scoperto il mandante dell'efferato omicidio e trattenuta a stento dal fratello maggiore, Rita rimanda per sei anni la rappresaglia contro Don Salvo. Sei anni in cui osserverà e annoterà sui suoi diari ogni movimento dell'uomo e dei suoi scagnozzi. Ma la morte improvvisa del fratello, pugnalato barbaramente, la scopre sola e vulnerabile. Minacciata dagli uomini di Don Salvo si reca a Palermo per denunciarli tutti al procuratore antimafia. Braccata dai mafiosi e protetta dallo stato, Rita smetterà di essere un'adolescente spensierata e scoprirà la differenza tra vendetta e giustizia.

Dedicato e ispirato alla memoria di Rita Atria, costretta ad abbandonare la Sicilia e a vivere sotto falsa identità in un programma di protezione, La siciliana ribelle è il percorso di formazione (soprattutto morale) di un'adolescente allevata nei valori tribali e nel falso credo che padri e padrini hanno sempre ragione. Il punto di osservazione è quello di Rita, che percepisce in modo diretto l'ambiguità e la brutalità degli adulti. La fuga a Palermo non è soltanto da qualcosa e da qualcuno, è prima di tutto verso se stessa, per ritrovarsi e per negare quell'atteggiamento di viltà e di omertà materno.

   
 
FILM N°26

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

"GRAN TORINO " regia di Clint Eastwood con Clint Eastwood, Bee Vang, Ahney Her, Christopher Carley

Usa 2009

drammatico

durata 116'

Walt Kowalski ha perso la moglie e la presenza dei figli con le relative famiglie, al funerale non gli è di alcun conforto. Così come non gli è gradita l'insistenza con cui il giovane parroco cerca di convincerlo a confessarsi. Walt è un veterano della guerra in Corea e non sopporta di avere, nell'abitazione a fianco, una famiglia di asiatici di etnia Hmong. Le uniche sue passioni, oltre alla birra, sono il suo cane e un'auto modello Gran Torino che viene sottoposta a continua manutenzione. La sua vita cambia il giorno in cui il giovane vicino Thao, spinto dalla gang capeggiata dal cugino Spider, si introduce nel suo garage avendo come mira l'auto. Walt lo fa fuggire ma di lì a poco tempo assisterà a una violenta irruzione dei membri della gang con inatteso sconfinamento nella sua proprietà. In quell'occasione sottrarrà Thao alla violenza del branco ottenendo la riconoscenza della sua famiglia.

   
 
FILM N°27

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

"FROZEN RIVER " regia di Courtney Hunt con Melissa Leo, Misty Upham, Charlie McDermott, Mark Boone Junior, Michael O'Keefe

Usa 2008

drammatico

durata 97'

CANDIDATO A 2 PREMI OSCAR

(miglior attrice -Melissa Leo-   e miglior sceneggiatura originale)

Confine tra lo Stato di New York e il Quebec, pochi giorni prima del Natale. Ray è stata abbandonata dal marito senza denaro e con due figli, uno di 15 e uno di 5 anni. La famiglia stava per realizzare il sogno di una nuova casa prefabbricata che sostituisse quella in progressivo degrado in cui i suoi componenti abitano. Un giorno Ray conosce Lila Littlewolf, una giovane donna appartenente alla comunità Mohawk che vive sulle rive del fiume San Lorenzo che, ghiacciandosi in inverno, diviene una strada percorsa per far entrare clandestini negli Stati Uniti

 

   
 
FILM N°28

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

"TWO LOVERS " regia di James Gray con Joaquin Phoenix, Gwyneth Paltrow, Vinessa Shaw, Isabella Rossellini, Elias Koteas

Usa 2008

drammatico

durata 100'

Brighton Beach, Brooklyn. Leonard, un uomo attraente quanto dal carattere complesso, torna alla casa che gli ha dato i natali dopo aver tentato il suicidio. Mentre si trova sotto lo stesso tetto degli accoglienti genitori, i quali lo aiutano con amore ma faticano a comprenderlo, Leonard conosce due donne in breve tempo. Una è Michelle, una vicina di casa tanto bella quanto misteriosa, la quale cela a sua volta problemi profondi. L'altra è Sandra, la figlia del socio del padre, dimessa, dolce e profonda.

Due donne diverse, due sentimenti diversi che rischiano di riportare Leonard in quello stesso stato d'animo che lo portò a tentare di uccidersi.

 

   
 
PROIEZIONE OMAGGIO

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

"GLI AMICI DEL BAR MARGHERITA " regia di Pupi Avati con Diego Abatantuono, Luisa Ranieri, Neri Marcorè, Laura Chiatti, Luigi Lo Cascio, Katia Ricciarelli, Fabio De Luigi

Italia 2009

commedia

durata 90'

 

Avati rivive la sua Bologna negli anni '50, quando da ragazzo sognava di entrare nel divertente e rumoroso gruppo di "amici del bar Margherita"

 

 

CINEFORUM > Programma 2008/09

Privacy Policy - Cookie Policy | Copyright © 2015 CINEMAFIUME VERONA. All Rights Reserved. | Web Agency